Natale con Dreamspinner – American Love Songs

buonefeste2013

Da American Love Songs di Ashlyn Kane:

“C’è un buon odore,” disse Parker quando furono entrati, alzando il naso in aria. Jake non si preoccupò neanche di pensare che potesse dare una sbirciata.

 

“Profumo di Natale,” confermò Jake, intrecciando le loro dita insieme. La mano di Parker era calda e asciutta nella sua. “Vieni, appena un po’ più avanti.”

 

Entrarono finalmente nell’ambiente principale, e Jake guidò Parker a una panca in una delle ultime file e lo aiutò a sedersi.

 

“Adesso posso toglierlo?” chiese di nuovo Parker, anche se non tolse la mano da quella di Jake.

 

“Vieni,” disse Jake, con un mezzo sorriso in faccia. Lasciò Parker per avvicinarsi a lui ancora di più, portando gentilmente le mani ai due lati della sua faccia, e rotolando il cappello all’insù fino a scoprirgli gli occhi. “Eccoti.” Resistette alla voglia di baciarlo solo perché erano in pubblico.

 

“Eccomi,” confermò Parker, con gli occhi fissi in quelli di Jake per un lungo momento, prima di guardarsi intorno per capire dov’era. I suoi occhi verde chiaro videro le finestre di vetro colorato, la croce appesa sul muro di fronte, l’altare, i banchi, i libri degli inni e le Bibbie tascabili. “Jake?”

 

“Hai detto che ne sentivi la mancanza,” disse Jake, facendo del suo meglio per non muoversi e cercando ancora di decifrare la reazione di Parker. “La Messa di Natale a mezzanotte, intendo. So che una parte di quello che per te era importante consisteva nell’andarci con la tua famiglia, ma ho pensato – dovevi venire. Capisci? È…”

 

Smise di parlare quando Parker gli strinse la mano, gli occhi seri. “Grazie,” disse a voce bassa, senza sorridere, ma Jake poteva sentire la gratitudine sincera e sapeva che non era una sensazione sbagliata. “È…”

 

Non finì la frase, lasciando che Jake capisse cosa voleva dire, ma era okay. Strinse brevemente la mano di Parker un’altra volta prima di lasciarlo. “Sono contento,” disse. Aveva invitato Mickey inizialmente, ma fra il jet lag e il fatto che era ancora arrabbiata con i loro genitori –apparentemente per quello che avevano fatto a Parker, anche se non poteva essere contenta per il fatto di essere stata ostracizzata come lui – aveva preferito restare a letto. Forse avrebbero potuto portarla l’anno seguente.

 

“Questo posto è, lo sai.” Parker fece un gesto di impotenza, cercando di spiegare cosa voleva dire.

 

“Al cento per cento gay friendly,” lo rassicurò Jake. “Avanti, non ti farei una cosa del genere.”

 

“No, lo so.” Il suo corpo si rilassò, e si appoggiò allo scomodo schienale di legno. “So che non lo faresti. È solo che mi aspetto la punizione del fuoco eterno, sai.”

 

“Beh, mi spiace deluderti, ma sono praticamente sicuro che l’unica fiamma stasera sia quella delle candele dell’Avvento.”

 

Volete leggere la storia di Jake e Parker? Cliccate sulla copertina del libro per maggiori informazioni:

American Love Songs

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...