Andrew Grey risponde ai lettori – seconda parte

LoveMeansNoBoundariesITLG

 

In occasione dell’uscita di Amore significa… nessun limite, Andrew Grey si è reso disponibile a rispondere alle vostre domande e curiosità.

 

Ecco la seconda parte delle risposte:

 

 Titta: Ormai è quasi una moda trarre serie tv e film dai libri. A te piacerebbe vedere una tua opera in tv o sul grande schermo? Se sì, quale?

Andrew: mi piacerebbe vedere un film tratto dalla serie Amore significa o dalla serie Storie della prateria.

 

Silvia: Io vorrei chiedere qual è il personaggio per cui prova un’affinità speciale, quello che sente più vicino o che magari gli somiglia.

Andrew: Geoff Laughton della serie Amore significa… è uno dei personaggi più simili a me e quello a cui mi sento più vicino. Ho scritto di lui a varie età ed è quello che conosco meglio di tutti.

 

Sigalit: Io vorrei chiedere: quando inizi una serie hai già un’idea di quanti libri sarà composta o lo decidi in base all’ispirazione?

Andrew: Dipende molto dall’ispirazione. Non penso mai di scrivere una serie all’inizio, semplicemente succede.

 

Sandra: come scegli i nomi dei personaggi, ti ispiri a conoscenti e amici o li inventi del tutto? i luoghi dove si svolgono le storie sono posti che conosci bene, li inventi o fai delle ricerche specifiche?

Andrew: I miei personaggi nascono semplicemente da me. Molti dei posti nelle storie sono basati su luoghi reali e la maggior parte mi è capitato di visitarli nella mia vita.

 

Marianna: Il libro da te scritto alla quale sei più affezionato e perché.

Andrew: La risposta è molto facile: Amore significa… nessuna vergogna e Amore significa… nessun limite.

 

Angela:  Hai ambientato la serie “of love” nella tua città, anche alcuni dei personaggi sono ispirati da abitanti reali di Carlisle?

Andrew: L’unica persona reale che mi ha ispirato per quella serie è mio marito, Dominic. E’ un pasticciere e ama il cibo, quindi ho scritto quella storia per lui.

 

Park Ice: Perché avete la mania di scrivere così poche pagine e per poi interromperlo sul più bello senza una fine??? 

Andrew: Scrivo i miei libri semplicemente per raccontare una storia. Quando la storia è finita, la concludo. Credo che ogni storia debba essere completa cosicché il lettore la viva in pieno.

 

Una domanda infine dalla pagina di Dreamspinner in Italiano. Andrew è responsabile della divisione audiobook di Dreamspinner. Vorremmo chiedere a Andrew cosa aggiunge la narrazione a un libro e cosa pensa dei suoi libri in audiobook.

Andrew: Credo che se la narrazione è ben fatta, il libro possa assumere una nuova dimensione e aggiungere all’esperienza della lettura di una storia. Per i miei libri ho trovato che il narratore di Inside Out abbia fatto un bel lavoro nel dare voce a Bull.

 

Vi diamo appuntamento a domani per l’estrazione del vincitore di un coupon di $6,99 da spendere sullo store di Dreamspinner.

 

Vi ricordiamo che sempre fino al 22 luglio potete acquistare una copia del nuovo libro di Andrew con il 20% di sconto.

 

Grazie a Andrew per aver risposto a tutte le domande!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...