La fortuna di Aiden – Con Riley

AidensLuckITLG

Un libro della serie Storie di Seattle 

Badare alla casa di un amico doveva essere un colpo di fortuna per Aiden Daly. Scoprire che il suo nuovo coinquilino è l’immagine della sua prima cotta lo trasforma in un incubo. Marco de Luca mostra di essere interessato a essere più che un coinquilino, ma la sua somiglianza con l’uomo ideale di Aiden sembra solo superficiale. Inoltre, Aiden non frequenta nessuno.

Dal suicidio del padre adottivo, la sua priorità è stata sostenere il resto della sua famiglia, proteggendoli dalla verità della loro situazione finanziaria. Profondamente preoccupato per la salute mentale della madre, Aiden rimane appartato e solitario, convinto che la sfortuna sia il suo unico destino.

Come se la pressione del mantenere i segreti finanziari del padre non fosse sufficiente da gestire, il padre naturale di Aiden si mette in contatto, facendo esplodere le sue ansie. Ma è una crisi al lavoro che spinge Aiden oltre il punto di rottura. Accettare il sostegno di Marco è una scommessa, ma potrebbe essere proprio quello di cui ha bisogno per far cambiare la propria fortuna.

Acquistalo sul sito di Dreamspinner!

Autore: Con Riley

ISBN-13: 978-1-63477-658-5
Pagine: 308
Copertina: Anne Cain
Traduttore: Rebecca Cornia

Leggete gli altri libri della serie:

AfterBenITLG SavingSeanITLG

Annunci

2 pensieri su “La fortuna di Aiden – Con Riley”

  1. La decisione di cambiare l’ho presa dopo aver capito che la mia relazione era finita, naufragata in un mare di incomprensioni e bugie. Se sulle incomprensioni avrei potuto sorvolare, sulle bugie no: erano lì e ci sarebbero state per sempre, come candelotti di dinamite con la miccia pronta a essere accesa. Ormai mi conoscevo troppo bene, quel lato del mio carattere non sarei mai riuscito a cambiarlo. Sapevo con certezza che ogni qualvolta un litigio o una discussione avessero infuocato l’atmosfera , avrei acceso quella miccia e avrei fatto deflagare la bomba delle mie accuse e della mia fiducia tradita. Avevo ereditato un negozio d’abbigliamento e con esso tutto ciò che ne consegue. Non ero più un bambino e sapevo in cosa sarei dovuto migliorare e in cosa non sarei mai riuscito a farlo. Ciò che più di tutto mi ha fatto infuriare è stato il comportamento di Levi. Ha avuto la faccia tosta di rubare dalla cassa del negozio. E io, per tutto il tempo non mi sono accorto di nulla, mi sono preso quel secchio di acqua in testa senza che ce ne fosse stata la minima necessità. Il suo egoismo era così grande da non potere neppure sopportare quel peso sulla coscienza. E come se questo non bastasse dopo una lite con il mio compagno, ho dovuto trasferirmi. Visto che la storia è finita gli ho detto di andare ….. esattamente dove immaginate. Per fortuna non ci sono stati drammi familiari e figli da consolare. Ci siamo lasciati e basta. Ma dato che la casa dove vivevamo era la sua, sono stato io a dovermene andare e non sapevo dove. La mia famiglia mi avrebbe ospitato volentieri, ma avevo la nausea della mia città e soprattutto sentivo il bisogno di allontanarmi da tutto e da tutti. Così ho cominciato a cercare una nuova casa, mi sembrava una sorta di rinascita, una nuova vita affrontata a viso aperto e senza timori di nessun tipo, come a scrollarsi di dosso tutte le paure e le incertezze che caratterizzano la mia comoda e inutile routine. Finalmente grazie ad alcuni amici, trovo una sistemazione e un nuovo compagno. Già dopo pochi giorni di convivenza mi sono sentito libero da quell’ansia latente che accompagnava ogni mia giornata. Le ore che trascorrevo al lavoro erano tantissime, ma senza lo sguardo sempre rivolto all’orologio, era come se il tempo non avesse alcuna influenza su di me. Anche quello che avevo sempre chiamato “tempo libero”, sembrava un susseguirsi di doveri affannosi, di obblighi, di impegni inderogabili e spesso poco piacevoli. Una sera Marco mi confidò che cercava quello che lo avrebbe reso felice. Di quei mesi ricordo la sensazione di appagamento che provavo. Il mio compagno è stato un vaccino contro le false angosce della vita, e l’ultima dose l’ho ricevuta proprio oggi. la felicità non fa per me. Salutati il mieo compagno con gesti brevi e sobri; durante tutto il periodo non avevo legato con nessuno della mia cerchia, ero stato molto impegnato a cercare la solitudine per potermi guardare dentro con tranquillità. A fatica mi sono fatto trascinare dalla stanchezza in un sonno agitatissimo, con continui risvegli e soprassalti. Con il tempo avevo imparato a dargli la giusta importanza alle cose e per la prima volta da tanto tempo mi sentivo tranquillo e sereno. Cosa potevo volere di più?
    All’inizio quando mi sono confrontata con questo romanzo ero molto pensierosa e titubante, non sapevo cosa aspettarmi, ma soprattutto non sapevo come trasmetterlo a voi lettori. L’idea che io personalmente mi sono fatta del mondo “gay”, è quella che parallelamente è simile alla vostra. Mi spiego meglio, noi nelle nostre storie d’amore investiamo: affetto, passione, eros, gelosia. La stessa cosa, succede nel loro mondo. Loro vivono e amano con la stessa intensità di sentimento. Sanno essere compagni fedeli e sanno essere gelosi. In fondo l’amore non conosce nè sesso nè ceto sociale. A loro, a quei gigotti che fino a poco tempo fa facevano parte della mia vita, che hanno storto il naso alla notizia che “La fortuna di Aiden” è un romanzo “gay”, rispondo solo con il silenzio. Non esiste risposta più dignitosa di questa. E’ lo stesso ragazzo del romanzo “Aide”, su cui avevano sputato giudizi, condanne, veleno e mortificazione. Lui che, in silenzio nella sua umiltà e forte della sua volontà, è andato avanti dimostrando che la diversità esiste solo nelle misere menti di chi conosce veramente l’amore e i suoi mille volti. Oggi sò che non si può scegliere chi amare, ma si può scegliere di amare, e chi non ha capito questo non ha mai sentito il vero profumo dell’amore. CATERINA BUTTITTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...